High sensation seeker

Un determinato tratto di personalità o modello comportamentale non è patologico di per sé, ma lo diventa a seconda dell’intensità e del modo in cui si esprime.

Perciò il pilota di formula 1 o lo stuntman sono persone con tratti  da sensation seeker, che però hanno scelto una via socialmente accettabile per soddisfare il loro bisogno. Sono riuciti a sviluppare un modello comportamentale adattivo a partire da un tratto potenzialmente disadattivo del temperamento.

Chi invece guida ubriaco, viaggiando a tutto gas rischiando di andare a sbattere o investire un pedone, parte da un tratto disadattivo e lo manifesta in modo altrettanto disadattivo.

kiting

Il livello individuale di bisogno di sensazioni è definito da 4 dimensioni: disinibizione, ricerca di esperienze, ricerca dell’eccitazione e suscettibilità alla noia.

Io sono soprattutto suscettibile alla noia… io subito mi scoccio!

Try and take the test on the pdf here.

p.s. I scored 25/40: 7/10 for bordome susceptibility, as I supposed, and 8/10 experience seeking!

An earthquake during kinbaku

Leggevo uno degli ultimi articoli del blog Kinbaku books sulla psicologia del bondage.

Una signora raccontava di quando una violenta scossa di terremoto l’ha sorpresa mentre era completamente nuda ed immobilizzata ad una porta di casa.

Suo marito allora, deciso a portare in salvo la sua donna, l’ha trascinato in cortile sia lei che la porta a cui era legata… Solo che lì c’era anche sua suocera! Grande imbarazzo!

untitled

immagine da Kinbaku books

 

Immagino che in Giappone sia una cosa che può succedere…

Ma anche l’Italia è un paese sismico ed io conosco almeno una persona a cui è capitata una cosa simile!

Shibari workshop inflammation

16665342_573092012885835_5271169760789556999_o

Il giorno dopo il workshop ho avuto un leggerissimo ma persistente formicolio alle mani.

Ho immaginato fosse correlato al gote, magari una compressione nervosa.

Oggi invece mi è tornata la mia ricorrente infiammazione ai muscoli scapolari.

Facendo mente locale, mi son ricordata che anche l’anno scorso mi era successo di avere formicolio associato all’infiammazione alla spalla. E non facevo shibari. Era dovuto alla postura prolungata al pc e alla tensione accumulata al lavoro.

Sono molto più tranquilla sapendo di avere a che fare con qualcosa di noto e già affrontato.

Devo intervenire facendo più stretching a dorsali, pettorali e, già che ci sono, a tutto il resto. Ed intanto, arnica!