Quel cornuto del mio moroso

Il suo punto di vista:

E’ molto difficile da spiegare a parole. E’ una fantasia molto comune quella di condividere la propria donna, una forma masochistica, l’orgoglio di avere una donna desiderata, l’emozione di una trasgressione forte. Chi pensa che sia dovuto alla mancanza di gelosia si sbaglia, e molto! Vederla godere con un altro, pensare che lui sia meglio di te, che la faccia godere di più, la paura di scoprire di non essere poi così adeguato per la propria donna. E’ un pugno nello stomaco, una sensazione terribile! Eppure nello stesso momento condividi il suo piacere, il suo perdere freni inibitori, e lasciarsi andare a un piacere intenso e selvaggio.
Però tu, amore mio, quando mi cerchi con quello sguardo colmo di piacere, pretendendo giustamente che ti stia vicino, che ti coccoli, che ti dia tutta la mia tenerezza, quella tenerezza che chi ti sta sbattendo non ti dà, tu amore mio mi sciogli il cuore.

La Cavia

20 thoughts on “Quel cornuto del mio moroso

  1. Il punto di vista della tua amata Cavia mi ha ricordato di una riflessione di Catherine Millett. Lei, come forse sai già, è una famosa critica d’arte francese che alcuni anni fa ha suscitato scalpore nel suo paese quando (superati i cinquanta) ha deciso di rivelare in un libro in modo aperto e dettagliato tutte le “avventure” sessuali che aveva praticato(e pratica ancora) insieme al marito
    fin dai primi anni del loro fidanzamento.
    Ebbene, la Millet sostiene che per tante ragioni (sociali, morali, a volte semplicemente banali ragioni pratiche) non tutte le coppie sono capaci di vivere la propria sessualità senza limitazioni evitando nello stesso tempo di “scalfire”(non mi viene un altro termine) la propria intimità,quella che la Cavia ha chiamato tenerezza.
    – Giuseppe

    Like

    • Ciao Giuseppe. Il libro l’ho letto ormai una decina di anni fa, in tempo non sospetti. Purtroppo è rimasto a casa del mio ex :-/ Non ricordavo che il marito fosse complice delle sue peripezie!

      Like

    • “…Non ricordavo che il marito fosse complice delle sue peripezie!”__Ancora meglio: all’epoca in Francia, dopo il libro, la coppia pubblicò anche un book-fotografico con le immagini intime che il marito aveva scattato nel corso degli anni.

      Like

  2. …eh, questa idea di diventare cornuta e di essere finalmente una cuckquean mi intrippa troppo.
    Il problema è la controparte…. (il masochismo ricercato e attuato è il migliore dei dolori).

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s