The Power by Naomi Alderman – review

Ever since I bought my kobo, I’ve been reading a lot. My latest book is The Power, or, Ragazze elettriche, by Naomi Alderman.

ragazze elettriche power agata grop porno ridicolo recensione

Illustration inspired by The Power, Naomi Alderman

This author follows in Margaret Atwood‘s footsteps with a dystopian science fiction novel based on gender inequality.

As opposed to Handmaid’s tale, here finally women get the power and it’s their turn to abuse it! In this fictional world, men are afraid of women rather than women being afraid of men. Men must submit to survive!

That seems horrible, unjust and absurd, but then I started to realize that it is exactly the way it works, with inverted roles. It is true that we women are raised to avoid any behaviour which could lead to a conflict with a man, in constant fear of being assaulted or hurt. It got to me, how much fear influences our lives?

______________________________italian_____________________________

Naomi Alderman descrive un mondo distopico in cui gli uomini vivono nel terrore di essere aggrediti dalle donne. Un punto di vista assurdo che aiuta a comprendere le dinamiche di genere nella nostra realtà.

L’ho preso dopo aver ascoltato un podcast di Michela Murgia dedicato a Margaret Atwood, l’autrice del romanzo Il racconto dell’ancella.

Vengono citati anche altri due romanzi: Girls di Jessica Schiefauer, breve, accettabile, e Solo per sempre tua di Louise O’Neill, che fa proprio cagare, non compratelo!

Cisplaining e mansplaining in casa Grop

mansplaining cisplaining litigare fight agata grop violenza

Io e Damiano abbiamo un’etica e un ideale politico affine, in linea di massima compatibile.

Poi, ogni tanto, partono dei litigi furibondi. 

Ha fatto bene Scarlett Johansson a non interpretare il ruolo di un gangster trans?

E la Boldrini a visitare una moschea indossando il velo?

E’ offensivo che le attiviste del movimento LGBT+ accusino gli uomini di essere dei sopraffattori?

Cominciamo ad urlare, io voglio spaccare tutto! Chi sa i vicini di casa cosa pensano, chi sa per cosa litighiamo.

Nonostante tutto sono contenta, perché sono argomenti che stanno molto a cuore ad entrambi… benché a volte i punti di vista divergano.

Se stasera a cena salta fuori l’argomento del giorno, la sentenza della Cassazione che non ha riconosciuto l’aggravante per uno stupro perpetuato contro una donna in quanto aveva bevuto volontariamente, probabilmente dovrò rompere qualche sedia.

Ho vinto la riffa di Bondatrix

bondatrix agata grop bdsm sex dublin making an impact

Oggi pomeriggio sono andata al Making an impact di Vicky di Bondatrix a Dublino.

Mi aspettavo un workshop più lungo, ma in fin dei conti c’è poco da raccontare su manette in cuoio, paddle e cane…

Mi sembrava più una dimostrazione della tupperware, anche se eravamo nel dungeon di un pub irlandese. L’obiettivo era vendere.

Però è decisamente meglio provare degli strumenti prima di comprarli. Nonostante il costo di ammissione, il prezzo degli articoli era onesto e sono contenta dei miei acquisti.

Inoltre ho anche vinto il secondo dei due premi in palio: un paio di clip per capezzoli.

Alla fine un ragazzo ha tirato fuori delle corde di juta e l’ho immobilizzato ad una sedia prima di provare il mio nuovo cane sulla parte interna delle sue cosce. Una mezza scena mentre i gestori sbaraccavano il locale.

Non molto appropriato forse, ma divertente!

Caro sconosciuto che richiede una prestazione sessuale via chat

C' posta

Caro sconosciuto che non si presenta, ma richiede una prestazione sessuale via chat anonima,

forse non ci hai pensato, ma non sei il solo ad aver avuto questa trovata.

Le tue fantasie non mi solleticano, anzi le trovo piuttosto banali…

Se hai un’impellenza specifica da soddisfare, non ti importa con chi, ti consiglio di rivolgerti ad una prodomme, cioè una professionista esperta di BDSM che ti aiuterà in cambio di un compenso. Non posso aiutarti in questo: io non sono nè una prodomme nè una mezzana.

Oppure, strada più lenta ed impegnativa, frequenta la comunità kink della tua area e trovati una play partner con cui instaurare una relazione e negoziare delle pratiche che piacciono ad entrambi. Posso in questo caso suggerirti dei gruppi di discussione su facebook o fetlife.