BDSM diet – it’s a thing!

Cercando sul web ho visto che è una cosa che si fa: il Dom che ti sprona ad evitare cibo spazzatura e ad allenarti.

È che il controllo dell’alimentazione per me è un po’ un tabboo, edge play. Evoca disturbi alimentari e cattiva immagine di sé.

Però insomma, basta non esagerare…

Poi a me piace l’uomo pasciuto! È solo che magari perdendo qualche kg russa anche un po’ di meno la notte…

 

Torturare la sua schiava

strappado cane lesbian slave bdsm torture mistress

In genere rispondo di no alle proposte dei masteroni di voler torturare le loro schiavette.

Questa volta ho accettato come diversivo e per vendicarmi di un masterone per interposta persona.

Marina Abramović – il corpo e il sangue

marina abramovic femminismo corpo esperimenti performance

M. Abramovic by Jillian Tamaki

Di Arte io so poco. Marina Abramović però la conoscono tutti, di come ha sacrificato il proprio corpo come spazio di espressione artistica, anche attraverso il sangue e la violenza.

Non è dissimile da ciò che facciamo “noi” con il BDSM? Il corpo non è sacro ed inviolabile. E’ strumento di espressione e sperimentazione.

La performance che mi ha colpito di più è quella in cui l’artista è rimasta immobile per 6 ore durante le quali gli spettatori erano invitati ad usare liberamente su di lei 72 tra oggetti di piacere ed altri di distruzione.

Marina Abramović ricorda così le ultime due ore: “Mi sono sentita violentata, mi hanno tagliato i vestiti, mi hanno premuto spine di rose sull’addome. Ho persino avuto la pistola puntata alla testa“. Si dice che si fossero creati due gruppi, uno di aggressori e un altro a protezione dell’artista. Trovate un resoconto qui.

body performance Abramovic

Rhythm 0, Galleria Morra, Napoli, 1974

Non è solo l‘innegabile coraggio dell’artista a sconvolgermi, ma quanto sia stato facile indurre delle persone normali a seviziare un altro essere umano quando se n’è presentata l’occasione. Facciamoci poche illusioni: nessuno di noi è intrinsecamente buono.

Per approfondire il podcast biografico della serie Morgana di Michela Murgia. 

Per ridere invece consiglio il video dell’imitazione di Virginia Raffaele!

Ozuma Kaname – collezione di porno illustrazioni

Colleziono illustrazioni porno erotiche. Lo scorso weekend ho ordinato un po’ quelle di bondage giapponese. Ci ho messo una quantità vergognosa di tempo ad eliminare tutti i doppioni! Enjoy

This slideshow requires JavaScript.

The Japanese artist Ozuma Kaname, born in 1939, was trained in classical Japanese painting by his uncle. His images are mainly inspired on the traditional subjects to which he adds beautifully tattooed (wabori) female figures tied-up in inescapable poses.

In tutt’altre faccende affaccendata

bondage trentoQuesto periodo è un delirio!

Ho attraversato mesi di scoraggiamento e spossatezza. Credevo di essere depressa.

I medici a cui ho descritto il mio malessere mi hanno dato della ipocondriaca.

Invece era un problema fisico, non psicosomatico! Sono arrabbiata, soprattutto considerando che era una cazzata piuttosto comune. Non vedo l’ora che questa faccenda si concluda, così mando tutti a fanculo!

Intanto sto già bene, mi sento risorta! 

Avrei tanto voluto organizzare il mio matrimonio kinky questa primavera. Purtroppo non faccio più in tempo. Peccato!