Breath control play should be illegal?

 

 

 

Recently Jay Wiseman posted on his facebook about a death occurred as result of a breath play scene in the US. He has always claimed to be against breath play as this practice is always dangerous and nobody should ever do it under any circumstances (quote from here). Threfore consent cannot be validly expressed.

I agree with him when he says that people who think they are doing a safe breathplay are delusional. But I think you can make it safer, at least.

It is counterproductive to totally censore the kink itself and any discussione involving it.

Once I was forced to modify a story before sharing it on La Gabbia just because I used throath and rope in the same sentence!

If you read the references Wiseman shared, you will find that the pair had alcohol and engaged in sexual activity while the girl was wrapped in cellophane, with tape over her mouth and nose. Than the man fell asleep while she was still wrapped up and unable to breathe. When he awoke, the girl was unresponsive.

Is really breathplay the problem?? Or was this man not trustworthy?

Discussion groups should not ban a subject, but give guidelines to identify and avoid potential killers (or stalkers, predators, etc).

La mia prima maschera antigas

image

Oggi pomeriggio chattavo con una ragazza che ama le maschere antigas, ero curiosa di sapere cosa provasse nell’indossarle.

Neanche a farlo apposta, stasera ne ho trovata una su una bancarella al mercatino del lido dove sono in vacanza.
È come la volevo, col cappuccio in lattice.
Non è nazista, sarà di un paese dell’Est Europa, in ogni caso fa sia la sua porca figura che il suo porchissimo effetto!

Mmm, sono proprio contenta!

Forse vi interessa anche leggere l’articolo sul mio colpo di fulmine per le maschere antigas.

Il feticcio delle maschere antigas

image

Casualmente oggi m’è capitato di provare un paio di maschere antigas originali della seconda guerra mondiale.
Mi ha fatto veramente impressione!
In particolare la prima che ho messo. L’avevo vista buttata su una sedia a casa di un conoscente, gli ho chiesto se potevo misurarla…
Che sensazione!!! Strettissima la calotta elastica di gomma verde, le lenti ingiallite, la respirazione affannosa… solo quando l’ho tolta ho notato nell’interno l’aquila del Terzo Reich! Cazzo, ma è della Wehrmacht!??
Visto il mio entusiasmo, mi hanno proposto di misurarne anche una alleata, con filtro e cinghie dietro la testa. Molto interessante dal punto di vista del breath play: ero obbligata a respirare molto profondamente, eppure avevo paura di inalare veleni o malattie intrappolati in quella scatoletta da decenni!!
Però, ragazzi, la sensazione della maschera in gomma è stata un’altra cosa, una trappola avvolgente e claustrofobica!
Mi è venuta in mente la tipa che girava per la Conference di Roma sempre indossando una maschera antigas… diceva di sentirsi più a suo agio così…

Adesso la voglio!
Prevedo una brutta china con questa cosa delle maschere antigas storiche!
Quando c’è il prossimo mercatino dei Gaudenti?? Ci sono sempre le bancarelle delle signore ucraine che vendono residuati dell’Armata Rossa…