Little caged whore

cbt cage chastity device

Non mi considero né una fan del pisello né delle pratiche CBT. L’acquisto della cintura di castità non era neppure stata una mia idea.

Col tempo ne ho apprezzato i risvolti. Non è tanto l’impedire la masturbazione o il sesso, ma per fargli sentire, fisicamente, la mia presenza.

Quando siamo a casa, magari a letto, ognuno immerso nella propria lettura, mi piace tenerglielo in mano. Non ha tanto una valenza sessuale, quanto piuttosto di intimità e possesso.

Finchè sarò lontana la gabbietta è la mia mano. Per ricordargli che esisto e  che mi appartiene.

Vai, vai pure a giocare tutte le sere in giro…

In viaggio da sola

irland agata grop

Era da tantissimo tempo che non facevo un viaggio da sola.

Credo che questo allontanamento mi farà bene. Ho bisogno di processare esperienze e sensazioni. Guardare in prospettiva.

Non ho resistito: ho partecipato ad una specie di peer rope anche qui. Partecipanti tutte donne, attitudine positiva, piacevole.

Mi sento in colpa per aver lasciato l’uomo da solo a casa. Ma so che c’è chi me lo custodisce.

Povero tesoro, ingabbiato per due settimane!

Il gioco 6

tumblr_lxnnzoM15N1qgxdbdo1_500

Stasera cena vanilla.

Per non annoiarmi facciamo un gioco di ruolo. Sotto al vestitino metto l’intimo rosso col reggicalze e faccio la donnina sottomessa.

– Zitta donna!

– Scusa! Hai ragione, caro.

Chi sa se qualcuno sospetterà che intanto lui indossa la gabbietta.

CB6000 vs Holy Trainer 2 – castità maschile a confronto

Dopo averle provate entrambe, posso fare un resoconto delle differenze che ho riscontrato tra la CB6000 (CB da ora in poi) e la Holy Trainer 2.0 (HT).

La CB è fatta in policarbonato, un materiale relativamente leggero e resistente, estremamente inalterabile, stampato a iniezione. La HT è in resina colata a stampo, per cui le sue componenti nascono in pezzi unici mentre nella CB ci sono parti incastrate e incollate assieme. Ciò rende la HT più pesante, ma decisamente più solida: non si rischia l’inconveniente di aprirla con le continue erezioni notturne, separando le due parti dell’astuccio penico, come è successo a me.
La HT è costituita da tre elementi: l’astuccio penico, un anello in cui vanno infilati sia i testicoli che il pene, un lucchetto a scomparsa.
La CB viene recapitata con una serie di anelli a forma di C, distanziali di varie misure, l’astuccio penico, un comune lucchetto esterno e delle fascette in plastica numerate (utilizzabili per i controlli al metal detector). L’assemblaggio è un po’ laborioso, ma lo strumento è adattabile alle proprie caratteristiche fisiche ed è più facile da indossare. Una volta scelta la dimensione appropriata, nell’anello vanno inseriti solo i testicoli. Con la HT è fornito un unico anello chiuso in cui dovrà passare anche il pene, per cui bisogna sceglierne accuratamente la dimensione prima di ordinarlo. Il lucchetto della CB ne aumenta l’ingombro, il peso e la rumorosità. La HT ha invece un bel chiavistello in ottone a scomparsa che però tende ad ossidare un po’ e a colorare la resina. Non è possibile bloccarla con un sistema alternativo, forse verrebbe rilevata ai controlli in aeroporto.

La grande differenza tra i due sistemi è l’ingombro: la HT dopo poco tempo non vi accorgerete quasi di averla! Primo, per la sua forma compatta e discreta, impossibile da notare sotto i vestiti; secondo, se tenuta ben lubrificata (consiglio sempre lubrificanti siliconici) permette di fare qualsiasi movimento senza particolari problemi. La HT un po’ pesante, ma il suo materiale sembra ammorbidirsi col calore del corpo e risulta confortevole anche quando sono al lavoro. Indossare la CB invece mi risultava difficile e doloroso, senza contare l’ingombro che me ne ricordava la presenza e temevo potesse essere notato da altri.
Per quanto riguarda le erezioni notturne con la CB risultavano decisamente più dolorose. Per l’efficacia, forse dalla HT si potrebbe sfilarne il pene dal retro, lasciando il resto attaccato ai testicoli, permettendo in teoria di masturbarsi, ma credo sia decisamente scomodo.

I due oggetti si differenziano infine per il prezzo, la CB costa circa 150 euro, è più diffusa e si possono trovare offerte online o nei sexyshop. Esistono imitazioni economiche, forse di minore qualità, ma utili a chi sperimenta un chastity device per la prima volta. La HT viene a costare in tutto intorno ai 250 euro: il pacco arriva dalla Svizzera, così al prezzo indicato sul sito bisogna aggiungere sdoganamento e l’IVA.
In ultima analisi penso che la HT sia molto più adatta a i lunghi periodi, mentre la CB è più per giochi brevi, o per persone che non hanno la necessità di svolgere attività fisiche mentre la indossano.

holy

La Cavia