Peer rope in giro

Ho deciso di mettere un po’ in pausa il peer rope trentino. Speravo che il passaparola fosse sufficiente a farlo andare avanti, invece continua a richiedere un sacco di lavoro. 

Ripartiamo nel 2017.

Per un po’ vado ai peer degli altri. Questa è una foto scattata all’evento del BDSM Bologna Project. Grazie alle ragazze che si sono fatte legare!

Intanto mi sono fissata un altro obiettivo, cioè stabilire una routine settimanale di pratica condivisa con 3/4 amici, a casa mia… vediamo chi abbocca!

Menage a trois con una gattina

bondage kitten tied up

Lo scorso fine settimana io e la Cavia abbiamo ricevuto la visita di una nostra amica.
Dopo cena abbiamo fatto corde.

Ne avevamo parlato tante volte, ma non era ancora mai capitato di fare una sessione “seria” in cui fossimo entrambi top.
La cosa si è sviluppata con naturalezza.

Io ho iniziato a legare lei, lui guardava… Una semisospensione con i capelli legati e la vita molto stretta. Poi lui si è inserito con qualche piccola tortura.

Gli ho chiesto di schiaffeggiarla. Sentivo che ci stava bene qualche ceffone, credevo che le sarebbe piaciuto. A me in quella circostanza sarebbe piaciuto… Ma non ho avuto il coraggio! Ho chiesto a lui di farlo.

Io non ce la faccio a picchiare i gattini! Preferisco coccolarli! Mi piace quest’idea di far fare a lui il lavoro sporco.

E certo che legare una ragazza fresca e delicata è tutta un’altra cosa…

Bondage in acqua a Bologna

BDSM Bologna project bondage in acqua

BDSM Bologna Project Video [4/6] – Summer Peer Rope Powered by Maria Giulia Giulianelli, Clara Dubau e ItWas NotMe

Agata e la Cavia legati da Peter Digi al Bologna bondage pool party di luglio in uno dei video dell’evento.

Il video di bondage subacqueo dimostra che sono una donna sub?

Bologna bondage pool party

provapicc2

Domenica scorsa siamo finalmente riusciti ad andare al peer rope bolognese.

Bondage e piscina per me significava decisamente bondage in piscina 😀 beeeello!

Abbiamo fatto anche tiro alla fune in acqua, Cavia era la fune. Gli ho legato un corda ai polsi, un’altra ad una caviglia e abbiamo cominciato a tirare in direzioni opposte.

Poi un nostro amico ci ha legati insieme, sempre in acqua, molto bello!

Poooi corde, fruste, grigliata e waterboarding. Figo!