Sopportare

Illustrazione di maria bagnale cuore ferito

Immagine di Maria Bagnale

All’inizio era tutto un gioco divertente e leggero. Avevo deciso che le relazioni vanilla monogame comportavano troppe seccature. Accettavo solo contratti lavorativi di breve durata. Poche responsabilità.

Ed eccomi adesso ricascata nella stessa situazione di partenza. Mi sento in una trappola fatta di gelosia, insicurezza e bisogno di attenzioni. Mi sento in colpa, sono insofferente e stanca. Il lavoro assorbe troppe energie. Sopporto.

Non mi eccito più come all’inizio. Non voglio estranei nella mia intimità. Non voglio più essere in controllo, non voglio dare piacere a persone di cui mi interessa meno di zero.

Vorrei cedere il controllo, ma senza fiducia, mi fa sentire solo in pericolo.

Motivate the motivator

Majorette

Disegno dal sito http://mlpeters.com/

A volte mi rimprovero di pensare troppo al lavoro.

Allora cerco di pensare a qualcos’altro…

Alla palestra? Sto mancando così spesso che non so se riuscirò a fare l’esame per la cintura in maggio.

Al BDSM, al bondage? Anche peggio! E’ tutto un declino. Alla Conf è stato fantastico, ma ho un forte calo di motivazione. La frustrazione ha superato il piacere, non mi emoziono, non trovo più la trascendenza (per la definizione di trascendenza si consulti Ayzad qui e qui).

L’anno scorso ero piena di entusiasmo e mi piaceva coinvolgere gli altri nei miei progetti. Adesso avrei bisogno di essere trascinata dalla passione e dall’impegno (commitment) degli altri.

Sono tentata di impacchettare tutto e cambiare hobby!