Il nodo semplice e il nodo a cazzo

Ieri mi ha scritto un tipo veneto su Legami, mi chiedeva come mai mi chiamassi Grop.

– È il mio vero cognome!

Sto scherzando! Non mi chiamo neppure Agata, per quello… però ormai mi appartiene: se sento chiamare un’Agata in strada, mi giro anch’io!

Quando nel 2013, prima di scoprire lo shibari, ho frequentato un corso di arrampicata su roccia, le guide alpine si riferivano col termine grop al nodo semplice, o collo. Grop per loro era il nodo.

– Scusa, ma adesso che nodo faccio per chiudere questa corda?

– Fai un GROP!

– Ah, certo!

Mi faceva ridere, perciò ho scelto questo termine dialettale come pseudonimo, anche se non sono trentina.

Adesso il nodo semplice, il grópo, in ambito bondage, lo chiamo nodo a cazzo.