Little caged whore

cbt cage chastity device

Non mi considero né una fan del pisello né delle pratiche CBT. L’acquisto della cintura di castità non era neppure stata una mia idea.

Col tempo ne ho apprezzato i risvolti. Non è tanto l’impedire la masturbazione o il sesso, ma per fargli sentire, fisicamente, la mia presenza.

Quando siamo a casa, magari a letto, ognuno immerso nella propria lettura, mi piace tenerglielo in mano. Non ha tanto una valenza sessuale, quanto piuttosto di intimità e possesso.

Finchè sarò lontana la gabbietta è la mia mano. Per ricordargli che esisto e  che mi appartiene.

Vai, vai pure a giocare tutte le sere in giro…

Una settimana da sub

image

Damiano, la Cavia, non è molto d’accordo che io voglia fare la vanilla.
Allora ho proposto una cura drastica: vivrò una settimana da sub!

Già un’amica, preoccupata, mi ha scritto consigliandomi di non farlo!

Vediamo come va, tanto posso smettere quando voglio!

“Damiano, fammi il caffè!”
“Cooosaaa???”
“… Per favore, mi faresti il caffè?”
“E chi prepara la cena?”
“Sempre io” considera Damiano “se voglio sopravvivere…”

Da quanto tempo sai di essere una pervertita? Parte 2

agata-ginocchio-scarpe

Quando ero alle medie frequentavo questa ragazza, una mia vicina di casa, andavamo in giro per il paese la domenica mattina.

Mi ero accorta di avere i lacci degli stivaletti sciolti e, per scherzare, le ho detto:

Allacciami le scarpe!

Lei si è inginocchiata ai miei piedi e l’ha fatto.

Io sono rimasta di stucco, non mi aspettavo assolutamente lo facesse! Io non avrei mai pensato di obbedire ad una richiesta del genere, anzi, l’avrei trovato degradante.

Ero tentata di fermarla, ma invece l’ho lasciata adempiere il compito.

E’ un ricordo piuttosto vivido.