Concetta Licata, u sticchiu e il porno con trama

concetta licata selen salieri porno ridicolo agata grop

Ieri sera ho suggerito a Damiano di guardare insieme un porno con trama e masturbarci.

Lui ha sapientemente suggerito Concetta Licata, un porno con trama diretto da Mario Salieri, interpretato da Selen ed ambientato, ovviamente, al Sud.

I fidanzati Santino e Concetta assistono all’assassinio di due poliziotti da parte di due malavitosi. Santino, pregiudicato, viene arrestato e decide di testimoniare. Il direttore del carcere è però colluso con la mafia e usa approfittare sessualmente delle mogli e fidanzate dei detenuti.

I rapporti sessuali rappresentati sono quasi sempre non consensuali: o sono estorti col ricatto o le donne vengono drogate. Durante le scene di sesso, abbastanza brevi, alle donne vengono rivolti insulti umilianti in dialetto.

Zuca la minchia, zuca, troja! Cessa! Bottana…  Tu mittu int u sticchiu! 

E’ stupro. Però è un film, una finzione. Per masturbarsi va bene.

Bello. Come fosse un tranquilla serata tra cugini.

Ron Jeremy concetta licata agata grop

Rapimento di compleanno

galleria-borghese-roma-bernini-ratto-apollo-dafne-3

Come sapete il mese scorso sono stata alla BDSM Conference. È passato solo un mese?? Sembra una vita fa!!

Il workshop più intenso che mi sia trovata a seguire è stato quello sul Sadomasochismo Emotivo di Isaac Cross.

È da un po’ che sono consapevole di essere interessata al mind-fuck, anche se ho poche esperienze all’attivo. L’esperimento con il GVP era stato un successo. E poi tutta sta faccenda del tradimento cuckold, che me ne frega a me di darla in giro?? Io voglio solo far soffrire la Cavia, soffrire nel modo giusto, e possibilmente farla piangere…

Sono un mostro?

Eh, sì, ma non come quel ragazzone americano che ha tenuto il seminario!

Vi dico solo che la lezione si è conclusa con una dimostrazione dal vivo durante la quale io sono scoppiata a piangere! E non ero la sola nella platea. Sapevamo che la bottom è una sua partner abituale, switch in questo genere di giochi, quindi perfettamente consenziente… Eppure!

Esperienza decisamente forte, emotivamente intensa. Ha suscitato scalpore! Qui la descrizione in prima persona da parte della protagonista.

Di seguito i link ad un aneddoto incredibile, degno di un film, del rapimento organizzato da Isaac Cross come regalo di compleanno per la moglie (antefatto, pianificazione, stupro). Ne aveva parlato al workshop e ho trovato i post al riguardo sul suo blog.

Terrificante! E catartico!

 

Cento e uno racconti erotici – recensione

cento-e-uno-racconti-erotici-9788895412955

La settimana scorsa ho scaricato dal kobo-store una raccolta gratuita di racconti erotici curata dal sito Eroxè.

Ho scorso l’indice, ho cliccato sul primo racconto palesemente BDSM e da lì in poi ho cominciato a leggere tutti i successivi.

All’inizio mi faceva ridere. Nel racconto sadomaso non c’era sesso, solo una slave che cammina sugli scarafaggi, poi la versione contemporanea di Cupido, una coppia che viene presa dalla passione mentre mangia un fritto di pesce e si accoppia sul tavolo del ristorante…

Poi non m’ha fatto ridere più. Man mano che andavo avanti con la lettura mi sono resa conto che la maggior parte dei racconti descrive donne che subiscono avances, approcci o rapporti sessuali non consenzienti!

Immaginate di leggere prima di palpeggiamenti in metro, poi di una ragazza che viene seguita per strada, quella presa con la forza da uno sconosciuto, delle sevizie subite da una vittima della tratta delle bianche… tutti così, uno dopo l’altro!

Va bene, le fantasie di stupro sono molto diffuse, lo so. Ma tutti questi racconti, uno dopo l’altro, compongono un quadro ripugnante! Un rigetto simile l’avevo sviluppato ascoltando lo sceneggiato radio Il Mercante di Fiori. Bellissimo, per carità… ma alla lunga disturbante.

Poi dicono che non esiste la cultura dello stupro… Se questa raccolta ha un valore statistico e gli autori dei racconti rappresentano l’immaginario erotico italiano, direi che non esiste la cultura della consensualità!

La natura delle donne e il sesso di gruppo

La vicenda della Ragazza della Fortezza mi tocca da vicino.

Bisessuale, attivista femminista, abbigliamento alternativo, performer di bodyart. Queste cose hanno influito sulla decisione del tribunale di assolvere i presunti stupratori? E se capitasse a me? Ho un blog erotico, faccio bondage, ho posato per delle foto di nudo. Non avrei speranza!

In generale, che una ragazza abbia bevuto non dovrebbe essere considerata un’aggravante piuttosto che un’attenuante rispetto al comportamento dei presunti aggressori? Non si dovrebbe sempre accertare la consensualità esplicita dei partner sessuali? Una persona ubriaca non può essere in alcun modo consenziente!

Provo sempre profonda angoscia nel leggere i commenti dei lettori degli articoli sull’argomento. Lo slut shaming da un lato, dall’altro il sessismo vittimista di chi sovradetermina le persone in base a stereotipi di genere quantomeno fiabeschi!

1

Cosa significa che una donna di 23 anni non può aver fatto sesso con sei uomini perchè ciò va contro l’intrinseca natura delle donne?! I cretini dicono le peggio stronzate, aggiungono “è così per natura” e le ritengono inoppugrabili!

Invece le donne, per natura, non sono altro che persone, ovvero esseri senzienti che possono decidere in autonomia riguardo la propria vita sessuale.

Secondo l’autore o l’autrice del commento la colpa dei presunti stupratori sarebbe stata quella di aver “travisato” le intenzioni della ragazza, attribuendo dei desideri tipicamente da maschio ad una femmina! Non lo sapevano loro che la delicata natura delle femmine aborre il sesso di gruppo?! Eppure è risaputo!

La sua conclusione è quindi che la sentenza di assoluzione è ingiusta perchè tramette il messaggio aberrante che una donna possa acconsentire ad avere un rapporto sessuale di gruppo!

Questo ragionamento sminuisce tutto il genere umano! Veramente non mi sembra bello far passare l’idea che gli uomini, per natura, siano dei selvaggi depravati e un po’ sempliciotti.

Non mi piace parlare di uomini e donne! Diciamo una persona…

Una persona può scoparsi 99 partner diversi e dire di no al centesimo. Se questo centesimo le mette comunque le mani addosso, allora è stupro. #nessunascusa.