Menage a trois con una gattina

bondage kitten tied up

Lo scorso fine settimana io e la Cavia abbiamo ricevuto la visita di una nostra amica.
Dopo cena abbiamo fatto corde.

Ne avevamo parlato tante volte, ma non era ancora mai capitato di fare una sessione “seria” in cui fossimo entrambi top.
La cosa si è sviluppata con naturalezza.

Io ho iniziato a legare lei, lui guardava… Una semisospensione con i capelli legati e la vita molto stretta. Poi lui si è inserito con qualche piccola tortura.

Gli ho chiesto di schiaffeggiarla. Sentivo che ci stava bene qualche ceffone, credevo che le sarebbe piaciuto. A me in quella circostanza sarebbe piaciuto… Ma non ho avuto il coraggio! Ho chiesto a lui di farlo.

Io non ce la faccio a picchiare i gattini! Preferisco coccolarli! Mi piace quest’idea di far fare a lui il lavoro sporco.

E certo che legare una ragazza fresca e delicata è tutta un’altra cosa…

Quel cornuto del mio moroso

Il suo punto di vista:

E’ molto difficile da spiegare a parole. E’ una fantasia molto comune quella di condividere la propria donna, una forma masochistica, l’orgoglio di avere una donna desiderata, l’emozione di una trasgressione forte. Chi pensa che sia dovuto alla mancanza di gelosia si sbaglia, e molto! Vederla godere con un altro, pensare che lui sia meglio di te, che la faccia godere di più, la paura di scoprire di non essere poi così adeguato per la propria donna. E’ un pugno nello stomaco, una sensazione terribile! Eppure nello stesso momento condividi il suo piacere, il suo perdere freni inibitori, e lasciarsi andare a un piacere intenso e selvaggio.
Però tu, amore mio, quando mi cerchi con quello sguardo colmo di piacere, pretendendo giustamente che ti stia vicino, che ti coccoli, che ti dia tutta la mia tenerezza, quella tenerezza che chi ti sta sbattendo non ti dà, tu amore mio mi sciogli il cuore.

La Cavia