Roma BDSM Conference 2017 – emozioni, lacrime e sangue

Lo scorso weekend, dal 3 al 5 marzo 2017, sono stata alla Rome BDSM Conference.

Sono tornata alla realtà da due giorni, ma sono ancora stordita!

La fatica e la mancanza di sonno c’entrano, ma quest’anno faccio davvero fatica a metabolizzare le emozioni provate.

Mi ero ripromessa di non recludermi della sala del bondage. Mi ero detta che Isabelle Hanikamu la conoscevo già, probabilmente Kazami Ranki avrebbe fatto cose molto tecniche… Sarebbe stato bene variare ed approfittare al massimo dell’offerta varia ed internazionale riguardo gli impact play, le dinamiche D/s, la negoziazione e così via…

Non ce l’ho fatta! A parte una lezione sui punti di pressione ed una sulle sonde uretrali, ho fatto solo corde. Ed è stato fantastico!

11205566_905959106136999_1990780149277074064_n

Foto dalla pagina facebook di Isabelle Hanikamu

Sabato 4 marzo ho seguito prima una lezione di Quartacorda, poi una di Isabelle. Ho legato due modelle diverse e le ho fatte piangere entrambe!

Ho legato due persone ed entrambe sono finite in lacrime, anche se per motivi diversi…

Le corde possono innescare reazioni emotive intense.

Mi sono sentita come un dissennatore che si nutre delle emozioni degli altri. Me le sento ancora dentro!

In particolare questa kinkster belga che ho legato durante le lezioni di Isabelle Hanikamu… Che botta! Anche il giorno dopo al workshop sul momo tsuri si sentivano solo i suoi gemiti. You did well! mi ha detto alla fine la maestra.

Guardare Isabelle legare al party è stato uno spettacolo! Un porno! Si stava scopando la modella con le corde!!

Avevo partecipato al suo workshop di febbraio a Roma come bottom, ma non era stato nemmeno lontanamente così sconvolgente!

Infine, la conference non è soltanto i workshop, è soprattutto la gente!

Ho reincontrato tutti insieme un sacco di kinkster conosciuti qua e là negli eventi in giro per l’Italia. Le chiacchiere nei corridoi e in pausa pranzo sono state tra i momenti più belli e divertenti!

Rome BDSM Conference! Ma come si può vivere senza??!

Qui l’articolo che avevo scritto al ritorno dalla corsa edizione della conf

Shibari workshop inflammation

16665342_573092012885835_5271169760789556999_o

Il giorno dopo il workshop ho avuto un leggerissimo ma persistente formicolio alle mani.

Ho immaginato fosse correlato al gote, magari una compressione nervosa.

Oggi invece mi è tornata la mia ricorrente infiammazione ai muscoli scapolari.

Facendo mente locale, mi son ricordata che anche l’anno scorso mi era successo di avere formicolio associato all’infiammazione alla spalla. E non facevo shibari. Era dovuto alla postura prolungata al pc e alla tensione accumulata al lavoro.

Sono molto più tranquilla sapendo di avere a che fare con qualcosa di noto e già affrontato.

Devo intervenire facendo più stretching a dorsali, pettorali e, già che ci sono, a tutto il resto. Ed intanto, arnica!

 

Corso di bondage Trento

bondage shibari kinbaku bdsm trento

Due giorni di workshop nel quale scoprirete le meraviglie del bondage giapponese aka shibari kinbaku

Sabato 7, dalle 15 alle 19 – Corso base:
Nel corso base è possibile apprendere le principali tecniche dello Shibari. Partendo dalle indispensabili norme sulla sicurezza e su come affrontare i possibili momenti critici di una sessione di bondage, verranno illustrati il fondamentali delle legature a terra lasciando ampio spazio alla pratica. Particolare risalto sarà dato anche al lato estetico e quello pratico per poter sfruttare gli insegnamenti anche in intimità.

Programma:
– Introduzione: cenni storici e sicurezza
– tipologie di corde: materiali, diametri e lunghezze
– Mosubi-kake-dome
– Single column tie: differenze e principii della comunemente detta “manetta”
– Double columns tie: ovvero la doppia manetta
– Introduzione e studio del Nodome (il più classico dei nodi giapponesi)
– Hishi shibari (Karada)
Requisiti minimi: nessun è richiesto requisito minimo per poter partecipare al corso

Domenica 8, dalle 15 alle 19 – Corso Intermedio:
Questo corso intermedio è dedicato alle tecniche di legatura a terra, dette Newaza, e più in particolare alla connessione col partner e alla comunicazione attraverso le corde.
Molto spesso si tende a considerare le sospensioni come fine ultimo di una sessione di bondage, tralasciando quindi tutto il bagaglio di emozioni che si nasconde dietro legature a terra.
Questo workshop vi mostrerà quanto le legature a terra possano essere intense, sia da un punto di vista emotivo e fisico, e non soltanto un preliminare per preparare alla sospensione.

Programma:
– Ripasso di single e double columns tie
– Spazi e costruzione della scena
– Controllo e intenzione
– Ippon nawa: la prima corda, la corda migliore
Requisiti minimi: aver partecipato al corso base o conoscere bene i principii di single e double columns tie

***

Se già avete le vostre corde portatele pure, diversamente vi saranno prestate per la durata del corso. E’ consigliato che ogni partecipante venga accompagnato dal proprio modello o modella, specialmente per il corso intermedio.
Tutti i corsi sono a numero chiuso, quindi è INDISPENSABILE la prenotazione.Per informazioni e prenotazioni si prega di contattare Agata Grop

agatagrop@yahoo.com

Link evento su facebook e fetlife

blog di Andrea Ropes